venerdì 19 settembre 2008

Pianificazione socialista e soldi pubblici salvano (forse) l'economia di mercato

Le teorie economiche parlerano a lungo di questi ultimi giorni.
Dopo aver salvato banche,nazionalizzato finanziarie,statalizzato lo statalizzabile e assistito tutto il privato assistibile con centinaia di miliardi di dollari e altre valute,i ricchi per davvero si apprestano a gravare ancor di più sulle spalle dei contribuenti per salvare il salvabile dei loro guadagni.
Il segretario del Tesoro USA,Paulson, prepara un'ente,un carrozzone statal-centralizzato tipo IRI (da noi si direbbe "bad company",dato che raccoglierà i titoli spazzatura) pagato da tutti (fonte 1) ,poveri compresi ,sotto forma di tagli e altro.
Ma non sia mai,il socialismo dev'esser solo per i ricchi,ai poveri resta il liberismo e il giogo della concorrenza e del mercato "spietato".
L'operazione costerà migliaia di miliardi di dollari,cifre da cambiare il volto del paese se spese diversamente. Basti pensare all'orrendo sistema sanitario privato statunitense e alla possibilità di avviarlo a dignità che sfuma con questa megaflebo per le corporation della finanza.

Una cosa è certa;la libera economia concorrenziale di mercato in Occidente è stata salvata(per ora) dal massiccio intervento pubblico/statale di USA,UE,Gran Bretagna,Giappone,Svizzera e Canada o sarebbe certamente crollata sotto il peso di questa crisi finanziaria.
Lo dicono gli stessi suoi difensori ( fonte 2), quelli della "mano invisibile del mercato",quelli del "competi o crepa"(questa vale per gli altri,possibilmente se poveri e dipendenti..),quelli che se nazionalizza Chavez è"un pirata" (dato che ruba ai ricchi del petrolio per fare le scuole e gli ospedali per i poveri),quelli che "via lo stato dall'economia e liberi gli spiriti animali dell'individuo",ecc.ecc.
Adesso,roba da raccoglierli col cucchiaino.
Ma non illudiamoci,stiamo certi che questo non li cambierà.Tireranno fuori la crisi "purificatrice",la colpa dei troppi asset non liquidi,ecc.
Tutto pur di non riconoscere la verità;cioè che questo sistema economico è folle,porta guerre,rovina e non sta neanche in piedi da solo.
Gli assetati di denaro sono una specie resiliente,ottusa.E perniciosa per il genere umano,ma quest'ultimo non lo ha ancora compreso.
Prendessero almeno una tessera del Socialist Party degli USA,questi ingrati...

Fonte 1;

Fonte 2;
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Mondo/2008/09/bush-crisi-intervento-governo.shtml?uuid=9f0bcfca-865f-11dd-96c0-d66fc13e6223&DocRu

5 commenti:

Pape Satan Aleppe ha detto...

Che dire: ha forse fallito una forma di capitalismo? quella dei falchi dell'economia e del business a tutti i costi?

Sito ha detto...

Anche nel 29' dissero così;la colpa è di qualche mela marcia.
Invece era il sistema e adesso è la stessa cosa.
I trader speculatori,in realtà,sono la punta visibile dell'iceberg ma dietro loro spingevano tutti,comprese le aziende per reperire i capitali per la maggiore competitività,la ricerca,ecc.
Questo per dire che anche la prodduzione "pura" e pulita non esiste.
E per dire che non è mai esistito un libero mercato puro.
Le forme di assistenza,dagli aiuti alla Fiat con le autostrade in Italia nel dopoguerra al taglio gigantesco dell'Irap l'anno scorso alle imprese,sono tutti forme di assistenza diretta o indiretta.
Compresa la decisione,negli Stati Uniti,di abbattere le tasse e quindi abbattere i possibili servizi pubblici alle persone,cos'altro è nella radice se non indirizzare i fondi alle imprese private?
Riconoscessero il ruolo costante e fondamentale che il pubblico e lo stato (cioè tutti noi)da sempre ha sull'economia,se non equi sarebbero almeno onesti.Ciao.

camilla ha detto...

io che purtroppo non so di economia penso da molto tempo alla crisi del 29.
Quando ne parlavo.. ridevano in molti. Non provo soddisfazione oggi, mi pare evidente..
complimenti al signor Altromedia e bravo "Sito"
;-)
Camilla

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

E' una vergogna. E' una vergogna per la quale non riesco a provare altro che rabbia. E la gente condividendo gli stessi ideali, non fa altro che assecondare questi atti di totale ipocrisia.
Un saluto.

Altromedia ha detto...

@Camilla
Ciao e grazie,essendo che non tutti i post sono frutto di una persona,preferisco parlare al plurale.
La differenza col 29' è che adesso il sistema è più attrezzato ad affrontare crisi,è più sofisticato,ma sono anche più sofisticati i prodotti e le truffe;quindi palla al centro e speriamo bene,ma non è proprio detto che siamo fuori pericolo,non bisogna farsi ingannare dal +7/8% di un giorno solo di recupero delle borse,la cosa è profonda e strutturale.Ciao.

@schiavi o liberi?
Sì,purtroppo hai ragione,ciao.