lunedì 15 dicembre 2008

Confindustria comanda,Brunetta esegue,contro le donne:pensione a 65 anni

Gli industriali italiani hanno deciso che i soldi per gli ammortizzatori devono venire dalle pensioni (perchè i soldi dello stato se li devono bere loro per gli "aiuti").
Immediata la risposta del governo che scatta subito sull'attenti;il ministro Brunetta,"socialista" filoindustriale,propone
Lo giustifica con le norme UE
Ma dietro i vari argomenti c'è solo l'obbedienza e il richiamo a quell'improcastinabile ordine dei padroni del vapore di Confindustria che vogliono che la spesa pubblica aiuti solo loro e che suona pressapoco così

1 commento:

Pensatoio ha detto...

Perchè non mette sia donne che uomini a 62 anni ?
Perchè non mette tutti a 60 o 65 facoltativi ?