lunedì 24 novembre 2008

Citigroup ; altri 300 miliardi di stato all'"Internazionale finanziaria"

Ancora soldi pubblici a valanga,in USA come in Italia e come in tutto il mondo.
Va bene,ma che poi in cambio ci diano le classiche garanzie del socialismo ; posto di lavoro garantito,servizi alla persona gratuiti o a bassissimo costo(casa,salute,studio,ec.ecc.).Invece,ciccia.Prendono e basta.
Stavolta i mercati dell'internazionale sovietica finanziaria , cioè pochi grandi azionisti,piangevano preoccupati per Citigroup,il "colosso finanziario"
Anche questo colosso avrebbe procurato loro forti perdite.Pronta la risposta del governo USA ;ecco 300 miliardi di dollari(!!!) pubblico/statali per la copertura.Che pagheremo noi.
E' così che funziona così la finanza ,oggi.Gli organismi internazionali (che non hanno fatto e non stanno facendo niente che non sia fumo negli occhi),i premi Nobel e i media ,servono solo a coprire questo semplice meccanismo di frode.

2 commenti:

Pensatoio ha detto...

E Obama ha detto pure che il finanziamento è subordinato ad una ristrutturazione..
In che senso ?
Se la capisco mi incazzo..
Non è che tolgono con le tasse e ti inculano con i licenziamenti ?

Altromedia ha detto...

Ciao Pensatoio,come abbiamo già scritto,forse non si è capito ancora bene il meccanismo della gigantesca frode a livello planetario che si sta consumando con questa crisi e questi aiuti .
Preferiremmo essere dei complottisti,ma purtroppo questa è solo l’amara verità,troppe cose lo stanno urlando.

Su Obama; si è riferito a Detroit, intende chiedere garanzie sui piani futuri dell'auto.
Cioè,immaginiamo,riconversione verso auto meno inquinanti,più piccole,ecc.
Cioè,garanzie di prodotti competitivi o niente prestiti.
Che i poveri comunque ci rimetteranno e pagheranno sotto tutte le forme possibili,è certo,ciao.