mercoledì 4 febbraio 2009

Calcolo rivalutazione TFR :Nel 2008 il rendimento TFR +2,7%, Fondi pensione a -6% !!



"Con tanti auguri, per chi c'è caduto,
di conservarsi felice e cornuto.."
Fabrizio de Andrè

Nel 2008 il rendimento del TFR è stato +2,7% mentre i fondi pensione sono crollati a - 6%!!
Schiere di giornalisti si affannano a ricordare che "non bisogna guardare al realizzo immediato ma al lungo termine" (nel mondo della finanza è una battuta sublime..) ,che i dati vogliono filtrati dagli sgravi fiscali (in effetti,anticostituzionalmente favorenti i fondi negoziali),che presto ci sarà la ripresa (e poi magari un'altra crisi..),ecc.ecc.ecc.
E' panico ,appena celato da argomenti tecnici di nessun reale spessore che non sia l'intento di difendere l'interesse delle banche.
Sul sito "Economia e Politica",è apparso recentemente uno studio del Prof. Cesaratto dell'Università di Siena,che mostra come anche considerando il decennio 1999-2008 , il TFR si rivaluti più dei fondi negoziali : il 3% contro il 2,6% (tabella 1)!!
Sul Sole24ore si evidenzia il TFR come un'"investimento vincente" avendo reso nel decennio il 3,1% rispetto al 2,2 di inflazione media.
Quindi,uno strumento che copre dall'inflazione e rende più dei fondi finanziari (che nelle linee più convenienti sono semplicemente acquisti di obbligazioni che chiunque potrebbe far da sè,ma la cui possibilità è data solo alle banche che gestiscono con aziende e sindacati queste linee..).
E per quale recondito ed ideologico motivo un'onesto lavoratore dovrebbe dare il frutto del proprio sudato lavoro in mano ai rappresentanti dei grandi speculatori che raccolgono i soldi dai molti per farne guadagno per pochi privilegiati? E da quando in qua gli interessi privati pensano al bene comune?

(ps : Ci si perdoni l'immagine dissacrante, così discosta dalla tradizione aulica e compassata di Altromedia , ma nel caso del "grande bluff" dei fondi pensione è ben giustificata )

2 commenti:

Massimiliano Cantarella ha detto...

>(ps : Ci si perdoni l'immagine dissacrante, così discosta dalla tradizione aulica e compassata di Altromedia , ma nel caso del "grande bluff" dei fondi pensione è ben giustificata )<

Vi perdoniamo;-)

Altromedia ha detto...

Grazie.