mercoledì 18 marzo 2009

CGIL:requisiti per l'indennità di disoccupazione ultraselettivi,aumento da elemosina ai precari,1 milione di disoccupati in più

Per la CGIL il pacchetto per i precari fatto dal governo è assolutamente inadeguato.
I requisiti per la disoccupazione sono troppo stringenti e riguarderanno solo il 10% degli 800.000 atipici presi in oggetto escludendone il 90% , gli aumenti sono più bassi di quanto dichiarato.
Al fine di ampliare la platea delle persone che usufruiscono di indennità di cassa integrazione (attualmente solo il 26% dei disoccupati) includendovi anche altre categorie come la mobilità e chi sta tra le 17 e le 51 settimane di versamenti,la CGIL propone una tassa di solidarietà provvisoria ai redditi sopra i 150.000 euro al mese.
Sarebbero circa 100 euro di danno a chi ne guadagna 6.000 al mese,ma le resistenze dei privilegiati sono forti,e forse non passerà neppure questa misura pallida e un pò populistica.
Uno studio IRES-CGIL prevede per quest'altranno un milione di disoccupati in più rispetto al 2007,e un calo del PIL del 4%.
Negli ultimi anni,mai come adesso sono stati chiari i difensori degli interessi estranei a un minimo senso di giustizia sociale.

4 commenti:

Pensatoio ha detto...

Una delle cose terribili è che chi compare spesso in televisione (dal giornalista all'opinionista), data l'appartenenza ai quintili più alti tende a bollare come demagogica ogni iniziativa tesa a ristabilire una maggiore progressività
Calciatori, uomini di spettacolo sia di destra che di sinistra ammiccano al bipartisanismo che andà in der posto ai lavoratori

Anonimo ha detto...

Sì,il bello dell'individualismo liberale è che nella sostanza è un grosso appiattimento delle anime dei quintili alti sui soldi.
Più piatti,vuotamente uguali ed uniformi di così...poi,come diceva il filosofo,l'unica differenza è quella del taglio nell'abito da sera,ciao.

Anonimo ha detto...

io credo che sarebbe ora di fare qualcosa di concreto,ma realmente, perchè non si sta facendo altro che tornare indietro, una bella percentuale di popolo precari (io pure)senza futuro con contratti del tipo o righi dritto o sei disoccupato oppure usa e getta;vai in banca a chiedere un prestito ne vogliono di garanzie.Diritti,dignita' non esiste piu'niente,tutti che pretendono,stipendi, quando cè da fame e poi aiutiamo gli altri,stamattina sono stato all'inps, pieno di stranieri (non sono razzista)sapete qualcuno che diceva Italia s.... stai a casa e ti pagano,bisogna trovare un sistema diverso sembra che vada tutto all'incontrario o sempre a svavore di chi non è messo tanto bene

Anonimo ha detto...

Cortesemente fai rimbalzare questo commento dappertutto